La maga della cristallografia delle proteine

 

Dan Rabinovich

drabinov@uncc.edu

 

Dorothy Crowfoot Hodgkin, un pioniere della cristallografia di proteine e la prima donna premiata col Nobel della Gran Bretagna, nacque al Cairo, Egitto, quasi esattamente un secolo fa, nel 12 Maggio 1910.  Sostenne il corso di laurea del Somerville College ad Oxford e, dopo aver condotto le sue ricerche per il dottorato col famoso cristallografo J. D. Bernal a Cambridge, tornò alla sua università e nel 1934 iniziò la sua carriera di ricercatrice indipendente.  Le strutture molecolari di un filamento di importanti biomolecole di una complessità senza precedenti a quel tempo, incluse la penicillina e la vitamina B12, furono chiarite nel periodo dei successivi tre decenni, e alla sua ingegnosità e intraprendenza fu riconosciuto il Premio Nobel del 1964 in chimica.  Lontana dal fermarsi, Hodgkin risolse la struttura dell’insulina nel 1969, concludendo un pezzo di lavoro che aveva incominciato circa 35 anni prima.  Dedicò una buona parte del suo tempo negli anni ‘70 e ‘80 a una grande varietà di cause umanitarie e per la pace, principalmente nei paesi in via di sviluppo, rimanendo attiva nel campo della cristallografia di proteine fino alla sua morte nel 1994.

 

 

Il francobollo qui illustrato rende omaggio alla Hodgkin ed è parte di una collezione di 10 francobolli emessi nel Regno Unito all’inizio dell’anno 2010 per celebrare il 350th anniversario della Royal Society.  I francobolli mostrano 10 distinti membri della Society, uno per ogni periodo di 35 anni della sua storia, andando a ritroso fino a Robert Boyle.  Anche se Hodgkin è l’unica donna nell’esclusiva coorte, certamente è in buona compagnia visto che l’eclettico gruppo include anche personalità del calibro di Isaac Newton, Benjamin Franklin, Joseph Lister, ed Ernest Rutherford.  La metà superiore del francobollo raffigura i livelli di densità elettronica nella struttura tridimensionale della vitamina B12 (cianocobalamina), con tre delle quattro sub-unità pirrolo (etichettate A, B, e D) che costituiscono l’anello di corrin che circonda lo ione cobalto centrale e il 5,6-dimetilbenzimidazolo e i gruppi cianuro inclusi nel diagramma strutturale.

 

 

This article was first published in 'Chemistry International', Vol. 32 No. 4 July-August 2010.  (http://www.iupac.org/publications/ci/2010/3204/si.html)